Matera, la Festa della Bruna/Appunti per un racconto che non ho scritto

Sono già passati tre anni. Ho faticato a ritrovare queste foto. Non ho un archivio. Ma so che volevo scrivere attorno alla Festa, al Giorno Più Lungo di Matera. Il due di luglio, giorno della Visitazione. Volevo una storia che avesse il senso della follia e del sacro, delle luminarie e delle preghiere, dell’assalto e della devozione, delle notti dei ragazzi e della liturgia. Volevo dire di un cammino che andava dai Sassi al quartiere di Piaccianello. Alla fine ho scritto solo articoli al tempo delle riviste. Il racconto è rimasto senza una trama.

Rimangono gli appunti.

Rimane un pomeriggio passato con le ‘donne della vestizione’. Oggi la Madonna della Bruna è già vestita. So che la sua parrucca è nuova. So che i tendaggi del trono saranno perfetti. So che il primo luglio, vigilia della Festa, ci sarà un’altra vestizione.

So anche di una collezione di Tex. Che invidio. Ma questo è un messaggio che tengo per me. Faceva parte della trama.

Andrea_Semplici120611_00028

Andrea_Semplici120611_00053

Andrea_Semplici120611_00073

Andrea_Semplici120611_00066

Andrea_Semplici120611_00096

Andrea_Semplici120611_00160

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.