L’Orchestra.8/Dicono di Mike Tyson i direttori d’orchestra…

Igor

Camerino, ottavo giorno

Dicono i direttori d’orchestra: ‘Sapete chi è Mike Tyson? Non potete affrontarlo con i guanti bianchi. Forte’. Poi, un minuto dopo: ‘Baby, baby touch. And puma energy’.

L’archetto? ‘Come se sollevaste con delicatezza un bicchiere per bere qualcosa di molto buono’

E ancora: ‘Ascoltate più forte, suonate pianissimo’.

‘Siete preparati con le dita, non con l’orecchio’.

‘Feroce. Come un leone che sta mangiando’.

‘Pianissimo…chi ascolta deve immaginare your sound’. E poi ci sono King Kong, la bomba di Hiroshima, la vecchietta dell’ultima fila che pretende il rimborso del biglietto perché non ha sentito il tuo ‘forte’.

E, a volta, mi sembra di vedere il sergente di Stanley Kubrick, ma lui non avrebbe poi riconosciuto: ‘Bravi, horns…’. E i ragazzi, liberi dalla tensione, battono gli archetti sul leggio.

Sono un caravanserraglio, le parole di un direttore d’orchestra. Una corsa su un otto volante…

print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.